SANITA’ PUBBLICA ED UGUALE PER TUTTI

Per Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, la Diritto alla salute è un diritto inalienabile che deve va garantito equamente a tutti i cittadini della nostra provincia, dalla costa all’entroterra. La nostra linea politica è straordinariamente coerente, sosteniamo i Sindaci del Patto di Piagge e i Comitati Pro Ospedali Pubblici, siamo al fianco dei Cittadini che rivendicano una sanità efficiente e vicina. Restiamo saldamente convinti che iniziative esterne di qualsiasi tipo non debbano essere inserite in una Struttura Sanitaria Pubblica. Con questo non volgiamo screditare il lavoro pregevole di soggetti come Art.32 che da anni è presente nel nostro territorio, ma restiamo fermamente convinti che la sanità deve rimanere pubblica ed organizzata sulla base di un modello policentrico su tutto il territorio della nostra provincia e non affidata ai privati.

Per Francesco Tadei, consigliere di maggioranza a Colli al Metauro, la soluzione proposta per l’utilizzo delle macchine di radiologia all’interno dell’ospedale di Fossombrone non è la migliore per i cittadini: “La gestione di servizi da parte della fondazione Art.32 rischia di rappresentare la legittimazione della privatizzazione promossa dalla Regione. Come consigliere ho sempre chiesto un aumento di personale per l’ormai ex-ospedale di Fossombrone”.

Continua Giacomo Toccaceli, consigliere di minoranza ad Isola del Piano e dirigente di Gioventù Nazionale: “Mi sorprende da questo punto di vista la volontà del Sindaco Paolini e della sua maggioranza di aderire alla Fondazione collegata alla Onlus art.32, in quanto in questi anni non ha mai voluto aderire al Patto di Piagge che propone un modello sanitario policentrico su tutto il territorio della nostra provincia e non si è mai concretamente attivato per difendere la sanità pubblica nè l’ospedale di Fossombrone che il PD ha chiuso. Anzi, negli scorsi mesi, ha anche negato agli abitanti di Isola del Piano un nuovo ambulatorio medico!”

Conclude Urbinelli, dirigente provinciale di Gioventù Nazionale: “Credo fortemente che la posizione sostenuta dai consiglieri comunali di Gioventú Nazionale sia l’unica strada percorribile. Dove ci sono nostri consiglieri è questa la linea direttrice, dove sediamo tra i banchi della maggioranza queste proposte diventano azione concreta, portando nuovo entusiasmo alla battaglia in difesa della sanità pubblica e dei nostri ospedali. Dove invece c’è il Partito Democratico a governare, si assiste a uno squallido servilismo nei confronti della politica regionale che vuole a tutti i costi assegnare ai privati i nostri ospedali e i relativi servizi e persino i macchinari“.

Giacomo Toccaceli, consigliere comunale ad Isola del Piano; 

Francesco Tadei, consigliere comunale a Colli al Metauro; 

Alessandro Urbinelli, dirigente provinciale di Gioventù Nazionale e Fratelli d’Italia. 

Del coordinamento provinciale di Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, movimento giovanile di Fratelli d’Italia.

Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, la Diritto alla salute è un diritto inalienabile che deve va garantito equamente a tutti i cittadini della nostra provincia, dalla costa all’entroterra. La nostra linea politica è straordinariamente coerente, sosteniamo i Sindaci del Patto di Piagge e i Comitati Pro Ospedali Pubblici, siamo al fianco dei Cittadini che rivendicano una sanità efficiente e vicina. Restiamo saldamente convinti che iniziative esterne di qualsiasi tipo non debbano essere inserite in una Struttura Sanitaria Pubblica. Con questo non volgiamo screditare il lavoro pregevole di soggetti come Art.32 che da anni è presente nel nostro territorio, ma restiamo fermamente convinti che la sanità deve rimanere pubblica ed organizzata sulla base di un modello policentrico su tutto il territorio della nostra provincia e non affidata ai privati.

Per Francesco Tadei, consigliere di maggioranza a Colli al Metauro, la soluzione proposta per l’utilizzo delle macchine di radiologia all’interno dell’ospedale di Fossombrone non è la migliore per i cittadini: “La gestione di servizi da parte della fondazione Art.32 rischia di rappresentare la legittimazione della privatizzazione promossa dalla Regione. Come consigliere ho sempre chiesto un aumento di personale per l’ormai ex-ospedale di Fossombrone”.

Continua Giacomo Toccaceli, consigliere di minoranza ad Isola del Piano e dirigente di Gioventù Nazionale: “Mi sorprende da questo punto di vista la volontà del Sindaco Paolini e della sua maggioranza di aderire alla Fondazione collegata alla Onlus art.32, in quanto in questi anni non ha mai voluto aderire al Patto di Piagge che propone un modello sanitario policentrico su tutto il territorio della nostra provincia e non si è mai concretamente attivato per difendere la sanità pubblica nè l’ospedale di Fossombrone che il PD ha chiuso. Anzi, negli scorsi mesi, ha anche negato agli abitanti di Isola del Piano un nuovo ambulatorio medico!”

Conclude Urbinelli, dirigente provinciale di Gioventù Nazionale: “Credo fortemente che la posizione sostenuta dai consiglieri comunali di Gioventú Nazionale sia l’unica strada percorribile. Dove ci sono nostri consiglieri è questa la linea direttrice, dove sediamo tra i banchi della maggioranza queste proposte diventano azione concreta, portando nuovo entusiasmo alla battaglia in difesa della sanità pubblica e dei nostri ospedali. Dove invece c’è il Partito Democratico a governare, si assiste a uno squallido servilismo nei confronti della politica regionale che vuole a tutti i costi assegnare ai privati i nostri ospedali e i relativi servizi e persino i macchinari“.

Giacomo Toccaceli, consigliere comunale ad Isola del Piano; 

Francesco Tadei, consigliere comunale a Colli al Metauro; 

Alessandro Urbinelli, dirigente provinciale di Gioventù Nazionale e Fratelli d’Italia. 

Del coordinamento provinciale di Gioventù Nazionale Pesaro-Urbino, movimento giovanile di Fratelli d’Italia.

Category:

Montefeltro Tv

Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*