OGGI CERISCIOLI IMPORRA LE MANI AI SINDACI?? Ed il grido del popolo e’ volato al vento??

Oggi Martedi 17,incontro inaspettato ed anomalo in Regione tra Ceriscioli ed i 7 Sindaci delegati dalla Conferenza dei Sindaci della provincia di Pesaro.Un incontro, per carita’, sul quale non ci sarebbe niente di male, ma l’innocente avvenimento diventa sorprendente ed eclatante, proprio in un momento in cui i 7 Sindaci delegati, dopo l’ultima Conferenza dei Sindaci inconcludente e farcita dai soliti mugugni DEI PIU’, inoffensivi verso il Potere che decide, ed azzardati nella negativita’ verso il dramma dei cittadini, si e’ deciso di ridare la palla ai 7, con, ancora una volta, l’intento di trovare un accordo definitivo che andasse incontro al grido di dolore, lanciato il 14 Dicembre 2017, di Sindacati, di Associazioni, di Comitati, auspicanti un POLICENTRISMO OSPEDALIERO indispensabile al totale cambiamanto del disastro sanitario attuale.E’ stato lo stesso grido che il nostro Comitato lancia da almeno tre anni sulle disfunzioni ed il caos in aumento nel Soccorso esterno Rapido(nel quale si rendono sempre di piu’scelleratamente operative ambulanza senza medico a bordo,riducendole a mezzi provvisti “solo di volontari”. Che siano pensionati, idraulici, imbianchini, muratori, ragionieri e quant’altro a risolvere problemi drammatici sul posto??), nei Pronto Soccorso dei 4 Ospedali rimasti,nei ricoveri Ospedalieri sempre piu’ difficili,se non impossibili, nel mal funzionamento dell’assistenza negli ospedali di Comunita’ e negli Ambulatori ACAP degli Ospedali scelleratamente chiusi.Tutto causato dal BARICENTRISMO SANITARIO imposto dalla Regione Marche governata da Ceriscioli e da PD,UDC e SOCIALISTI.

L’ultima riunione per cui sono stati delegati, i 7 Sindaci, l’hanno, invero, tenuta, il giorno 30 Giugno ad Urbino, ma, invece di vergare finalmente l’accordo POLICENTRICO per non perdere altro tempo, dopo ben 8 mesi (non certo 8 ore od 8 giorni!!) dal suddetto grido di dolore dei rappresentanti, seppur non istituzionali, delle popolazioni ,tali 7 Sindaci hanno deciso di non decidere nulla e rimandare di pochi giorni, nella loro liberta’ decisionale, il verdetto.

Ora eccola la liberta’ decisionale.C’e’ l’inopportuno incontro con il baricentrista Ceriscioli!!.Proprio quando ancora il libero accordo dei 7 non e’ stato stilato chissaperche’.Ora ci si chiede come si possa presentare a Ceriscioli un accordo politico “libero” ,piazzandogli sulla faccia la decisione ufficiale “politicamente necessaria” dei Sindaci della Provincia di Pesaro, che non puo’ essere che avversa alle sue scellerate imposizioni e delibere, proprio quelle che hanno causato, da otto mesi, la ribellione di Sindacati, Associazioni e Comitati.

In pratica non si puo’ piu’, da quel che appare!!!!!!

Si vuol continuare a sopportare simili “sratrategiche furberie,che perdurano da oltre due anni?? A CHE SERVE CONVOCARE PER CONSULTO, come si e’ fatto 8 mesi fa, CHI, OLTRE AI SINDACI, RAPPRESENTA REALMENTE LA GENTE , ed ha lanciato,quel giorno, doverosamente in alto IL GRIDO di dolore DEL POPOLO????

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*