Comitato pro Ospedali Pubblici Marche, lettera al Ministro Speranza

Il Comitato pro Ospedali Pubblici Marche torna a scrivere al Ministro della Sanità Roberto Speranza sui problemi nei nosocomi marchigiani dopo la nuova ondata di casi Covid

Carlo Ruggeri (presidente comitato pro ospedali pubblici Marche)
Egregio Ministro, la informiamo che nelle Marche si sta prospettando un accumulo sopra l’accumulo. Infatti, con la frenesia di predisporre i pochi ospedali rimasti all’impatto della seconda ondata del coronavirus, si preannunciano le ulteriori riduzioni progressive delle attività programmate internistiche e chirurgiche, ed anche la graduale riduzione delle visite specialistiche con la sospensione delle visite programmate ed, addirittura, di quelle differite per tutte patologie no coronavirus. Ciò in una situazione di smaltimento dell’enorme accumulo determinato dalla prima fase pandemica. Accumulo assolutamente intatto! A seguito di questa estremamente grave situazione, che può portare a gravissime e immaginabili conseguenze, la invitiamo:

a – a revocare con effetto immediato la legge 70 cosiddetta Balduzzi/Lorenzin;

b – a disporre un provvedimento di emergenza massima, affinché le Regioni provvedano a riaprire tutti gli ospedali chiusi dopo il 2012, anno della nascita del disastroso decreto Balduzzi, in maniera tale che siano dedicati allo smaltimento dell’enorme arretrato no Covid, almeno per quanto riguarda le medie/basse complessità di acuzie.

Carlo Ruggeri. Presidente del Comitato Pro Ospedali Pubblici Marche

Category:

Montefeltro Tv

Comments are closed.